Centro unico vestiario

L’ARMADIO DEL POVERO nasce nel 1967 presso locali della  Diocesi e con il supporto organizzativo e gestionale dei Confratelli e delle Consorelle della San Vincenzo.

Il Presidente di allora, Ing. A.Valmaggia, nel 1967 rilevava che “un notevole impulso ha avuto la nuova opera dell’Armadio del povero che ha distribuito vestiario, mobili e suppellettili a numerose famiglie specie di immigrati dal meridione e che l’Armadio ancora nel 1971 è costretto in locali angusti, il magazzino mobili in via Alba e il magazzino vestiario presso la casa Parrocchiale del Duomo”.

Nel marzo del 1972 l’Armadio si trasferisce in una nuova sede spaziosa, ottenuta dal Municipio nell’ex Ospizio Educativo Professionale in via A. Rossi. Negli anni 80, dovendo procedere ad una ristrutturazione dell’edificio, l’Armadio trasferisce ancora la sezione mobili nella vecchia caserma Leutrum e la sezione indumenti in via Bono in locali messi della Curia Vescovile.

Dal 2000 il servizio distribuzione indumenti si trasferisce nuovamente, questa vola negli ambienti di Corso Giovanni XXIII con l’unificazione, patrocinata dal Consiglio Presbiteriale, delle precedenti attività che operavano con scopi simili in parrocchie diverse e con la piena collaborazione dei volontari della Caritas diocesana.
Dopo 14 anni, data anche la massiccia presenza di persone senza dimora e di famiglie italiane e straniere, anche questi ambienti diventano insufficienti e finalmente nel 2014 il Comune di Cuneo ha reso disponibili i locali dell’ex caserma Leutrum e il servizio trova la sua sede attuale in via Manfredi di Luserna come CENTRO VESTIARIO CARITAS SAN VINCENZO

Nel Centro le persone vengono chiamate dalla sala d’aspetto per essere registrate al computer portando, se residenti, lo stato di famiglia (valevole due anni).

Chi usufruisce di questo servizio può accedervi una volta al mese e partecipa alle spese di gestione (affitto del magazzino, luce, riscaldamento) con un’oblazione liberale simbolica di Euro 2,00: chi ne è impossibilitato può usufruire di buoni rilasciati e pagati dai centri di ascolto Caritas e San Vincenzo. Si possono prelevare capi di vestiario ogni 30 giorni, scarpe, coperte, lenzuola, pentole e stoviglie ecc.

Nel centro ci sono oltre la sala di attesa, una camera per i capi da bambino, una per i capi da donna ed una per i capi da uomo. In ogni stanza è presente un volontario per aiutare nella scelta dei capi. I volontari che si alternano sono 33 e prestano il servizio gratuitamente.

 

Responsabile Servizio: Rita Travaglini
Responsabile Logistico: Fedele Spedale
Via Manfredi di Luserna 8 D

Ritiro: Mercoledì 9.00 – 12.00 e 14.30 – 17.30
Distribuzione: Giovedì 9.00 – 12.00 e 14.30 – 17.30