Fondazione Opere Diocesane Cuneesi

La Fondazione Opere Diocesane Cuneesi (già Opera diocesana per le Chiese povere e per i Catechismi, eretta da mons. Giacomo Rosso, Vescovo di Cuneo, il 29 maggio 1942) è una fondazione autonoma di cui al can. 1153 del Codice di diritto canonico e persona giuridica canonica pubblica soggetta al Vescovo diocesano di Cuneo. La Fondazione è un Ente Ecclesiastico Civilmente Riconosciuto, ha finalità di religione e culto e non ha scopo di lucro.

Lo Statuto della Fondazione, depositato presso la Prefettura di Cuneo, precisa quelli che sono i suoi scopi fondamentali:
a) studiare ed organizzare le attività più opportune per testimoniare la fede cattolica nella Diocesi di Cuneo;
b) favorire la conservazione e la valorizzazione degli edifici di culto e dei beni culturali ecclesiastici destinati al culto sul territorio diocesano;
c) sostenere le iniziative diocesane e parrocchiali finalizzate alla formazione religiosa dei fedeli e di coloro che si avvicinano alla fede cattolica.

Governata da un Consiglio di Amministrazione e sorvegliata da un Collegio dei Revisori, la Fondazione ha ricevuto il mandato di subentrare alla Diocesi nella gestione diretta, con strumenti più efficienti ed adeguati, di tutte le attività economiche che presentino complessità organizzative rilevanti o abbiano natura commerciale.

Da gennaio 2019 la Caritas Diocesana di Cuneo fa parte della Fondazione Opere Diocesane Cuneesi.