Gli interventi del settore Carità e impegno sociale per far fronte alla crisi economica

In una lettere il Vicario illustra gli aiuti che sono stati fatti attraverso il Fondo di Solidarietà emergenza Covid19 delle Diocesi di Cuneo e Fossano

don Flavio Luciano

“Finora le entrate ammontano a 185.220 euro – scrive don Flavio Luciano, Vicario episcopale per la Carità e l’impegno sociale – pervenuti da Diocesi di Cuneo, Diocesi di Fossano, Opera diocesana di Fossano (125.000), le due Caritas diocesane (10.000), le parrocchie (22.300), i presbiteri (6.200), associazioni (9.200) e famiglie/singoli (12.520). Ultimamente abbiamo fatto alcuni interventi significativi, nel senso che ci indicano dove noi dobbiamo dirigere il nostro sguardo. Abbiamo aiutato alcune imprese famigliari, quindi piccole, di artigiani che hanno la possibilità di continuare a lavorare e sono in difficoltà, per pagare affitti, i loro lavoratori o cooperatori, per inserimenti lavorativi seri, per monitorare situazioni difficili. Sono di Fossano, Demonte, Borgo San Dalmazzo, Cuneo”.

Don Flavio illustra alcuni esempi: un piccolo ristorante che ha dovuto dimezzare i posti; un atelier di sartoria; una cooperativa di comunità montana; un piccolo negozio che vende prodotti tipici regionali; vari progetti di appoggio a famiglie e lavoratori fragili, di cooperative e associazioni.

“Vi ricordiamo – conclude don Flavio rivolgendosi ai sacerdoti – che queste realtà lavorative sono state presentate da alcuni di voi o dalle nostre Caritas. Quindi provate a mettervi in ascolto del territorio e fateci sapere di situazioni particolari. Stiamo preparando dei percorsi di formazione su vari ambiti lavorativi per l’inizio dell’autunno, quando diventerà evidente la situazione reale del mondo del lavoro”.