Dai numeri delle migrazioni alla sfida del dialogo interreligioso

Rotta balcanica e orientale

CUNEO – Dal 2 al 4 ottobre 2019 si sono riuniti a Istanbul oltre 100 delegati delle Caritas diocesane e del Mediterraneo. Il focus del Migramed 2019 è stata la rotta orientale dei rifugiati e migranti. L’iniziativa è stata organizzata da Caritas italiana insieme alla nunziatura apostolica in Turchia ed è stato un evento atteso per aiutare a comprendere cosa accade sulle sponde del nostro mare e al di la del nostro mare.
In questo spirito la Caritas Diocesana di Cuneo in collaborazione con la rete Minerali Clandestini ha voluto fortemente organizzare
lunedì 11 novembre 2019 presso il Salone d’Onore del Comune di Cuneo in – Palazzo Municipale – via Roma 28, un incontro per osservare da vicino il flusso di rifugiati e migranti che percorrono la rotta balcanica, perché anche dopo la proclamata chiusura della stessa, la gente ha continuato ad arrivare, seppure in numeri molto più ridotti, per cercare di raggiungere una vita migliore entrando nell’Unione Europea.
All’incontro che inizierà alle 17,30 interverranno Oliviero Forti – Responsabile Ufficio Politiche Migratorie e Protezione Internazionale Caritas Italiana – e Padre Claudio Monge – Responsabile del DoSt- I – Centro Domenicano per il dialogo interreligioso – di Istanbul.  Modera la serata Franco Chittolina.